where the mind.

9 gennaio 2014 § 17 commenti

Lo appunto qui perché mi devo ricordare. almeno di non guardarmi allo specchio ma chiederlo direttamente a qualcun altro come appaio. a qualcuno che ci vede.
Che poi mi fisso sempre su dei particolari. e non sono fissata sui tuoi occhi perché sono grandi e azzurri, bionda. sarebbe veramente troppo poco. ai colori, ai tratti, alle forme ben fatte bisogna dargli un’anima. sennò hanno la stessa utilità di un bel soprammobile.
E diventerò insopportabile a forza di ripetere. niente. perché sono ridotta ad un silenzio senza solitudine. ed è così tranquillizzante.
(e grazie poi. che ancora ogni tanto mi pigliano le crisi d’identità e non capisco come mi ci ritrovo qui e adesso. circondata da individui ai limite dell’incredibile.)

Bestiabionda's delirium

IL primo ricordo che ho è uno scambio di tweet.
Ne venne prodotto il disegno di due fegati che giocano a calcio e uno di una “hola” di succhi gastrici.
Ombretta è un nome che mi ha sempre destato curiosità, un nome che ha sempre avuto uno di quei suoni “importanti” che magari un Eleonora o Sara non hanno per maggior uso comune.
Prima di vederla me la immaginavo adulta, altissima e con le spalle larghe.

View original post 383 altre parole

Annunci

§ 17 risposte a where the mind.

  • bestiabionda ha detto:

    mi sono commossa.
    ti meriti un vlog °_° [sappi che quando vieni lo faremo, un vlog. è deciso. TUTTO IL GIORNO.]
    silenzio senza solitudine. è. Bello (avevo scritto Belo. diosanto).
    E’ quel bello che. che niente, è bello Bello.

    • belo-bello, collasso per terra e. vlog. ma devo essere sicura che andiamo a fare la spesa perché è una scena madre, non può mancare.

      ok, ora ricomincio a respirare. magari. magari no.

      • bestiabionda ha detto:

        ovviamente. dovremmo pure tornà a porte de roma perché secondo me il vlog sull’autobus in quelle condizioni è una scena DA RECORD. cioè senza controfigure e stantmen (si scrive così) professionisti intendo °_°

      • minchia. ma ti rendi conto che je damo na pista a tutte. nessuna di loro si sarebbe sottoposta a quella tortura, bagno di sangue e sudore (a parte l’Unica). con un vlog del genere ci avrebbero premiato. miglior spirito di sacrificio e assenza di dignità. reggersi la videocamera mentre si spinge un carrello, con la gente ti etichetta come scemo del villaggio è veramente un’impresa ridicola a confronto.

      • bestiabionda ha detto:

        lo faremo.
        e cambieremo il mondo del tubo.
        lo terremo sul palmo di una maaaaanooooo (portiamo anche l’Unicorno e Jack okay? al posto dei ciuaui intendo.)
        è tutto organizzato. noi faremo GRANDI COSE come ci ha insegnato la nostra grande maestra iaia.
        GRANDI COSE.
        siamo destinate. sai, er destino ce sta sempre de mezzo. vattelo a incidere in fronte per cortesia, io farò lo stesso.

      • scusa ma è mejo si famo un tatuaggio a metà. così quanno avvicinamo le capocce esce tutta na frase unica. vòi mette.

        gloriosi progetti. unicorno e jack che salutano durante la sigla. e durante il vlog ci parliamo, li portiamo a passeggio, gli diamo da mangiare.

        dobbiamo chiede a iaia il trucco perfetto per il primo video e basta. siamo pronte per iniziare.

      • bestiabionda ha detto:

        l’idea del tatuaggio a metà è APOCALITTICA.
        vado a riflettere.
        sono pronta per apprendere i sacri segreti da maestraiaia e conquistare l’Urbe.
        [già ci vedo con la camicia di forza davanti al Colosseo a urlare nooooo ridateci Ralph che già ha una storia famigliare difficileeeeeeeeee]

      • non sopporterei la separazione da Ralph. non mi riprenderei mai più. eppoi c’ha storiafamiliaredifficile.
        che fanno l’ho affidano alla zia bionda?

        chiamo er tatuatore che sotto er video la mejo guru daa capitale c’ha messo er link ar sito.

      • bestiabionda ha detto:

        no non può essere affidato alla ziabionda e nemmeno a madri e a zie che. no.
        domani Ralph avrà il suo profilo tuitter. ho deciso. così può invocare aiuto in caso di maltrattamenti della ziabionda finché non torno da lui fra qualche giorno °_°

      • e può anche sfogarsi nel caso altri peluches storici facciano i prepotenti. è facile prendersala con chi è così cicciotto. e anche strabico. ed è stato adottato.
        è veramente straziante

  • pani ha detto:

    sì, Roma è vostra. Se volete potete metterla a ferro e fuoco. Che secondo me si dice così solo perché le due parole iniziano con effe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo where the mind. su Faul sein ist Wunderschön.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: