Cinquantasei.

9 settembre 2013 § 7 commenti

Com’è rassicurante il termometro che segna 34,3.

se qualcosa è rotto o dà segni di squilibrio mi sento a casa.

Domani il piccolofratello va in prima media.

ansiogeni alienanti ricordi. rimossi e oscurati, ciao ciao non vi ricordo più.

poi ci penso un po’ più razionalmente e. non tutti hanno un periodo di tempo da mantenere isolato, fuori dal campo visivo, lontano da luce e fonti di calore (la smetto) al posto delle scuole medie. ci sono bambini che l’hanno vissuto con tranquillità (ci sono vero?) non succederà nulla di male. non gli succederà nulla di male. tutto bene, tutto normale, è un processo naturale, ci passano tutti, ok? andrà tutto bene.

che poi mica posso guardarlo in faccia e dirgli “non ti preoccupare!” quando solo a ripensarci cominciano a vorticarmi oggetti non identificati nello stomaco. che comincia ad essere un po’ troppo frequentato per i miei gusti.

troviamo un anfratto sicuro in cui crederci un pochino. lui non è me.

(meglio ribadirlo qualche concetto basilare di tanto in tanto.)

Sonno, where are you?

 

Annunci

§ 7 risposte a Cinquantasei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Cinquantasei. su Faul sein ist Wunderschön.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: