Quarantanove.

2 settembre 2013 § 8 commenti

Guardare indietro, la nausea, guardare avanti, l’ansia

meglio sospendere lo sguardo, guardare in basso, in alto, premersi le mani sugli occhi fino a vedere quel cerchietto luminoso che si forma. 

che cosa interessante. anche se non so come chiamarlo. l’ombra dell’iride o la proiezione o la forma.

come un bassorilievo fosforescente.

(sbatto le palpebre come se lo trovassi accecante. il bello è che ho già gli occhi chiusi.)

La sveglia presto, le more, le stampe.

il 7 che sono in un vicolo a. a fare che cosa. è questo che mi preoccupa.

cosa devo selezionare, come devo sistemare, come si stabilisce un prezzo, come si sta seduti per terra?

com’è che si disegna?

e poi com’è che va avanti la storia?

Non ci penso, ché mi brucia il collo.

 

Annunci

§ 8 risposte a Quarantanove.

  • ne scrivo di boiate.

    voglio altri post, voglio il cibo, che palle. non riesco a. non riesco a finire le frasi decentemente, non riesco a spiegarmi.

    che palle. l’ordine le ricette i file. che palle, non c’è fine, mai, a ‘sto casino.

    senza le unghie queste dita sembrano proprio dei vermi molli rosacicciotti.

  • Wish aka Max ha detto:

    Quella metafora degli sguardi è efficace per arrivare al carpe diem, se ti guardi indietro, verso il passato, ti viene la nausea, rimpianti, recriminazioni, si pensa a volte che ci si srebbe potuti comportare diversamente. Se guardi avnti l’ansia, la paura del futuro, cosa verrà dopo. Allora si guarda in basso, il presente. E magari fai quel giochino cogli occhi chiusi per trasformare un puntino in un sole accecante, che poi è la tua soecialità, trasformare un foglio e una matita in quakcosa che incanta. Ok qualcosa di bello, così non ti imbarazzi.
    Lo hai detto tu stessa qui, e lo hai anche fatto. Focalizzati sul tuo presente. Lascia stare il passato, se non per considerare che il tuo passato ti ha portato a questo presente, e che in questo presente stai costruendo il tuo futuro. Che non conviene guardare, non perché di per se stesso foriero di ansia, ma perché guardarlo ti distoglie dal presente, togliendoti qualcosa. Stai sulle cose,stai sul presente, sii presente a te stessa mentre agisci, non farti distrarre.

    • cado nel tranello facilmente quando ho qualcosa da fare entro una certa data, quando si tratta di darmi un tempo limite, quando riemergono vecchie cose.
      è difficile pensare le cose e farle non in funzione del futuro ma proprio perché è importante che il mio presente sia vivo in qualche modo. il futuro è una conseguenza accidentale, non sono sicura mi riguardi, non posso programmarlo oppure possono succedere tante cose che.
      ovvio che programmi e progetti è giusto predisporli. è l’azione che non dev’essere volta al futuro altrimenti mi frego da sola.
      per quello devo isolare lo sguardo. il modo più facile sarebbe evitare di fare qualsiasi cosa che rimanda alla situazione futura. ma questo non è ammissibile. non è vita, penso.

      quando l’acqua sale alla gola diventa più facile ma si è costretti ad andare di fretta, a non poter curare il dettaglio

      non capisco perché la vedo tanto complicata. se poi me lo spiegano da fuori mi si semplifica tutto. da sola proliferano delle strutture assurde e non riesco più a. a nulla, totalmente.

  • yliharma ha detto:

    cosa succede il 7? cosa mi sono persa? mostra? eh? eh? *___*

  • pani ha detto:

    ora comincio a capire che diavolo succede il 7. Ma non preoccuparti, il sette settembre non è mai successo niente di grave. E’ il giorno dopo che succedono i disastri

    • bene! allora vado sul sicuro. ora ho un momento di euforia da ritardo, ho tanta fame e devo sbrigarmi a uscire per sistemare la questione delle cornici (che disastro)
      all’albero di carote farò una piiiiccola mostra mentre sto da qualche altra parte fare non so cosa. *_*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Quarantanove. su Faul sein ist Wunderschön.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: