Experiments day.

25 luglio 2013 § 10 commenti

Ho intrugliato tutto il giorno.questo era premeditato e propedeutico: il latte di riso.

so simple.

ho lasciato ammollo per una notte 100 gr di riso basmati.

poi ho scolato il riso. e siccome il rapporto con l’acqua era di 1:4 ho pensato “che cazzo l’ho pesato a fare?” perciò ho controllato se era una coppetta. lo era.

quindi ho aggiunto un pizzico di sale e 4 coppette d’acqua. (potrei provare con 3 coppette perché così è davvero molto diluito e il sapore è delicatissimo. niente a che vedere con quelli in tetrapack, anyway.)

eggiù de minipimer.l’ho filtrato con un panno di cotone, strizzando con inaudita violenza fino a defraudarlo di ogni rimasulglio lattaceo. (frase senza senso alcuno.)

imbottigliato, in frigo. ne ho ottenuto circa un litro. dovrebbe durare 2, 3 giorni. on voit.questo è il rimasuglio che ho poi buttato in acqua bollente, con due cucchiaini di zucchero integrale e un cucchiaino abbondante di cacao amaro.

mi piace chiamarlo okara anche se non conoscendo il significato preciso del termine potrebbe essere un’impre cisione. l’okara sarebbe il rimasuglio della preparazione del tofu.

che non c’entra granché con questa ricetta.

ma perché mai limitarsi a dire cose che seguano un nesso logico e rendano la lettura semplice e scorrevole?

passiamo dunque alle cose importanti, alle motivazioni interne per cui preparare il latte di riso.

perché reperire un prodotto che in teoria potrebbe contenere semplicemente acqua riso e sale sembra essere un’utopia. zucchero e olio oppure niente. ma non ne potevo più di aspettare.

lo smoothie che Comearia  spargeva via tuitter. che in realtà lei stava buttando latte ghiaccio curcuma e vaniglia nel frullatore.

e rifletteva su un tocco di dolcificante, un’aggiunta di banana, una sostituzione latte-lattediriso che la soia in questo caso proprio no.

(latte di soia freddo no. proprio no. in forma gelata. temperatura ambiente. o caldo. lattedisoia di frigo e con questo abbinamento saprebbe come di tisana tiepida.)e insomma alla fine io la vaniglia mica ce l’ho. sogno le bacche nere e lunghe.

ma divagazioni a parte, ho agguantato tre pastiglie Leone alla vaniglia e via. frullate insieme ad una banana, un bel po’ di ghiaccio, curcuma e latte di riso a coprire.

e glub.

 

 

Annunci

Tag:, , , , , ,

§ 10 risposte a Experiments day.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Experiments day. su Faul sein ist Wunderschön.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: