Pancake divagation.

12 luglio 2013 § 10 commenti

E per fortuna ci sono i disegni perché le ricette. have a good morningnon me le ricordo.

(la sconclusionatezza dei post notturni in preda ai fumi del sonno mi mancava.)

Dopo la dipartita del cavo e il conseguente coma della batteria questi pancake li avevo fotografati colta da buone intenzioni e propositi di scrittura post dal pc fisso.

ma anche no. perché sul pc fisso il pulsante “aggiungi media” non c’è. mistero. non so perché. wordpress mi è avverso. 

perciò li ho lasciati a riposare nella cartella, come si fa con l’impasto (e individuo il cocco nella foto, ciò vuol dire che li ho fatti riposare più del solito e probabilmente c’era anche un ulteriore cucchiaio di latte di soia.)

per il resto ho usato la farina di castagne perché si vede.

sopra, il granulato di cioccolato grezzo alla pietra delle Pastiglie Leone (e ora lasciatemi muoio abbracciando la confezione.)

(facciamo che è più facile lasciare il link al post dove una pseudo ricetta indicativa c’è.)Si passi dunque a questi, che sono più datati. credo stessero in una cartella del portatile già da un po’.

ma il disegno c’era, quindi anche l’intenzione. (e quindi non mi sopporto più.)pancecie sebbene continui a nutrire dei dubbi (!!!) su quella parola accroccata lì, devo ringraziarmi per aver lasciato traccia degli ingredienti.

niente banana ma ceci avanzati frullati. (so come rendere un cibo invitante.)il sapore lo ricordo meglio. sapeva indubbiamente più di pan che di cake. ci sarebbe voluta una nota dolce in più.

credo il composto fosse anche troppo denso.

ma questo solo nell’ottica che debba mangiarli una persona normale. perché e me piaceva anche quella consistenza. che non ha nulla a che vedere con quella dei pancake logicamente.

figuriamoci se c’è qualche nesso.

(quello è cioccolato fondente al 74%, sempre della Pastiglie Leone che ora me ne sono rimasti due quadratini e se ci penso. panico.)Per arrivare a stamattina che, dopo tanto tempo, complice la credenza desolata (desolata per me si sottintende sempre) mi sono convinta a prepararmi di nuovo una colazione che poi è diventato un brunch ma.

dettagli.impasto riposastavolta  l’impasto era davvero esausto.

saranno stati almeno 4 cucchiai di banana perché i pancake sono 7, più 1 dalla padella alla bocca. (però non devo pensare a quel 4.)  

per il resto, 3 cucchiai di farina di castagne, 1 d’acqua, 1 di cocco grattuggiato, un cucchiaino di cacao amaro.

ed era inspiega bilmente tanto dolce, nonostante il cocco, nonostante il cacao. lo sciroppo d’acero mi sarebbe stato fatale.

peccato, il mondo ha perso un’ occasione. sarà per la prossima volta.

comunque è chiaro che il sonno altera le percezioni, non so nemmeno più se sto leggendo quello che scrivo o c’ho le visioni.buonanotte.

ché poi se uno passa di qua si legge il post di mattina quindi tutto torna ed perfettamente calcolato, no?

no.colazioni calmedirei buonanotte prima che mi addormento col naso nella tisana.

che ustiona pure. ‘tacci sua.

 

Annunci

Tag:, , , , ,

§ 10 risposte a Pancake divagation.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Pancake divagation. su Faul sein ist Wunderschön.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: