Pranzi trasgressivi.

25 marzo 2013 § 29 commenti

Facendo di tutta l’erba un fascio, pur di non scendere in dettaglio.

detesto i prodotti della valsoia.

non mangio la pasta.per coerenza infatti questo è il mio pranzo.

scialatielli acqua farina e scorza di limone, presi a Napoli.

anche Fraulein J li aveva presi.

conditi con la pseudopanna miscugliosoiaechissàcosa della valsoia.

per la quale sto sviluppando uno strano senso di dipendenza.

(volto più che altro al tentativo di catalogarne il sapore.)

un terrificante mix dalle tinte giallo trasgressione.

accompagnato da foto ancor più agghiaccianti.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , ,

§ 29 risposte a Pranzi trasgressivi.

  • comearia ha detto:

    Aaaah. Quindi passiamo da tw a wp, così, senza dire nulla, eh?

    Questa pasta mi sembra sooo gud. Ma la panna della valsoia comm’è? Che anch’io la odio [anche se adesso mi ha fatto lo yogurt di soia senza zucchero e ogni tanto cedo, maledizione]. però m’incuriosisce.

    • incuriosisce. molto. ieri ne ho mangiati. un po’ di cucchiaini. perché ha un sapore assurdo. la soia si sente e mi piace. ad una prima impressione è quasi dolce però poi perdi il filo e pensi. no, la devo riassaggiare. (sono tra coloro che si attaccano ai tubetti di panna da cucina. rifuggo quelli al salmone perché potrei farne una strage. e davvero questa non è uguale ma. ma è meglio che nel mio frigo non ci passi troppo spesso.)
      (yogurtdisoiasenzazucchero. si può cedere a questo. io la odio principalmente per il tofu. e il latte di soia pure non è che. insomma.)

      • comearia ha detto:

        si chiamano valsoia ma non sanno lavorare la soia. è troppo “occidentalizzata”. preferisco sojasun, sebben la j mi indispettisca un po’. ma ultimamente bevo un latte di soia che trovo alla lidl che non è malaccio no, sai? e ci faccio la besciamella. e i budini. diventerò un chicco (chicco? si dice chicco di soia?) di soia. con gli occhi da cigno.

      • un germoglio di soia. ma anche un chicco perché sono chicchi come dei piccoli piccoli ceci variopinti. la soia gialla è un caso a parte ma. la soia rossa. è troppo bella. la soia verde fa un po’ impressione ma credo sia buona (ho disconnesso il cervello, totalmente. quello che trovo qui si chiama vitasoia mi pare. mi piace molto. poi ce n’è un altro molto soioso, per niente dolce che mi piace tantissimo perché ha un gusto neutro. però è quello che fa il caglio perché lo compro solo io e un’altra anima sconosciuta quindi al negozio rimangono quei cartoncini abbandonati per mesi.)

  • Marty ha detto:

    ma che roba è?! 😀

  • Wish aka Max ha detto:

    Quella roba nel bicchiere ho capito cos’era solo guardando i tag 😀
    E sì. La coerenza è tutto.
    L’hai cambiato il gomasio del pistone? Perché nel frattempo si è rotto anche il gomasio della pinza radiale del freno anteriore…

  • pani ha detto:

    sì, piuttosto verminose

  • apity ha detto:

    E’ tutto giallo perchè è primavera.
    Ma che sto dicendo.
    Piove da una settimana e sono in arrivo altre due settimane così.

    E’ tutto giallo perchè Marzo è pazzerello.

  • clementine ha detto:

    a me fa fame. Ma in generale tutte le foto che posti mi fanno venire voglia di mettermi ai fornelli!

    ps: la panna valsoia a me non dispiace! Ma il resto… terribile!

    • a riguardare, fa fame anche a me. (mica per le foto. arrossisco a leggere quello che hai scritto. però il ricordo papillogustativo più o meno c’è)
      perché davvero sta panna valsoia. non riesco farne a meno. ormai ha assunto una precisa posizione nel pantheon dei condimenti (eh?)

  • Michele ha detto:

    Buoni gli scialatielli. Ma invece della pseudo panna potevi farli con cavolfiore pinoli mandorle e acciuga 😉
    Molto più gustosi
    Ma nel bicchiere spero vino bianco

    • avendoceli. mi sarebbero bastati mandorle e pinoli.
      vinobianco mai! preferisco il rosso. ma vinobianco mai dentro quel bicchiere. non potrei mai fare questo! chissà se ho dei calici in casa.
      (è tè verde, non inorridire XD )

      • Michele ha detto:

        Ah mai senza pinoli in casa. Li adoro.
        Anch’io preferisco il rosso. Seppur mi piaccia il bianco.
        Ma la mia vicinanza a Genova mi fa apprezzare il vino anche nel “gottino” (bicchiere classico piccolo da casa)
        Certo Che pasteggiare a te verde… Mi verrebbe da dire: siam passi? Mica siam qui a tramutare la ferrarelle in tavernello!

      • XDDDDDD
        l’acqua è semplicemente sostituita. dal tè verde. di sara qualche infuso. (il calore favorisce la digestione però non voglio parlare come una vecchietta quindi taccio. trovo il tè verde molto dissetante *_*)
        questo è un bicchiere da 250 ml per questo il vino bianco ecco. magari non è il caso. (che poi me lo bevo pure tutto.)

      • Michele ha detto:

        Haahha beh io che di vino ne fulmino in genere una bottiglia non ho problemi di dimensione di bicchiere 😉
        Sul te dissetante concordo. Ma giusto a merenda o la sera da solo.
        (Peraltro mi è venuta sete e ora mi stappo una birretta)

      • ‘na biretta. what else.
        ecco, mi è venuto in mente che io ‘na biretta non l’ho mai assaggiata. è una birra di un birrificio romano.

      • Michele ha detto:

        Ah la conosco. Ottima. Ne fanno diverse varianti. Ho un amico che ha una favolosa birreria 😉

      • *____________* bramosia

      • Michele ha detto:

        Hahahaha provala provala. Prima o poi devo tornare a Roma e trovare il birrificio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Pranzi trasgressivi. su Faul sein ist Wunderschön.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: