Fatualità.

16 settembre 2012 § 12 commenti

Il punto è che io il 2 lo detesto pure. 

il punto è che lo scanner non prendeva tutto il foglio. lasciava fuori un centimetro di contorno che nonsepòvedé.

il punto è che mi partivano schizzi e gocce dappertutto.

il punto è che credevo uno fosse molto più razionale dell’altro. invece, dopo l’asciugatura del mezzo litro d’acqua che aleggiava sopra i fogli, sono spuntati fuori elementi che ieri notte non c’erano.

il punto è che mi perdonerai se ho non ho ritagliato il legno dello sfondo.

il punto è che non decido quasi più quello che esce fuori dai disegni.

il punto è che sono pure in netto ritardo.

il punto è che tutto questo non ha molta importanza.

 

 

Solamente una cosa forse.  che i fuochi fatui non sono per niente rossi. che al limite sono un po’ blu. e forse non così neri.

 

Annunci

Tag:, , , , , , , ,

§ 12 risposte a Fatualità.

  • Luci ha detto:

    “…non decido più quello che viene fuori dai disegni…” è meraviglioso! Sono l’arte, la creatività, il talento che parlano da soli. Punto.

  • Wish aka Max ha detto:

    Il punto è che disegni da dio.

  • comearia ha detto:

    Il punto è che non mi funzionava il wifi, e quindi riesco a scriverti solo ora.
    Il punto è che sì, avevo visto qualcosa dallo smartphone stamattina, mentre fingevo un gravissimo mal di testa per rimanere a letto il più possibile, e che sì, ero io quella che si scioglieva in acqua salata fra le lenzuola.
    Il punto è che è incredibilmente vivo e vitale questo fuoco.
    Il punto è che se togli una sola lettera a “fatualità” ottieni “fatalità” e si parlava di destino. Destino, Fato, Caso, Caos. [Il punto è che mi viene spontanea l’inversione della consonante con la vocale quando scrivo quella parola.]
    Il punto è che sto farneticando.
    Mentre invece basterebbe scrivere “grazie”.
    La sintesi. Quella sconosciuta.
    Io spero che si avverta, l’intensità di quelle sei lettere, di quel “grazie”.
    Perché. Perché questa cosa meravigliosa che hai fatto è per me. Ed è.
    Non lo so.
    Ma.
    E’ un regalo bellissimo.

    • Wish aka Max ha detto:

      Io la avverto tutta, l’intensità del grazie. E se io la avverto, sono disponibile a scommettere che kuroko è stata buttata per terra, da quel grazie.

      • comearia ha detto:

        L’empatia ci salverà tutti.

      • certo che se vi ci mettete in due mi atterrate sul serio. potrei parlare a lungo (a partire dal fatto che mi girava la testa avevo sonno avevo mangiato tardi troppo e sconsideratamente. tutte ottime scusa per procrastinare. che è la mia odiata specialità) però rifiuto che questo possa incidere. perché il momento era proprio quello. e non ci sarei riuscita il giorno dopo. sarebbe stato diverso. non sarebbe stato imperfetto perché ci avrei pensato troppo. sarebbe stato più finto. costruito. già ho avuto troppo tempo per pensare al post (e ci ho persino pensato. figuriamoci eh)
        e scusami però grazie lo dico anche io. perché chi cazzo lo sapeva che potevo fare una cosa del genere. e sentirmi bene (non perché mi si dice “che bello” “che brava”). perché mentre disegnavo mi stavo caricando. e stancando. però avrei potuto continuare tutta la notte se nonché la razionalità. “domani devi svegliarti presto”. devo fare qualche fuga. però già questa era una fuga. nel suo piccolo, era un modo di andare a cercare i limiti. fino a che punto riesco a spingermi. con che (discutibile) risultato. perché non sono soddisfatta. perché ci ho pensato già troppo. il mio cervello già aveva elaborato un’immagine. un processo.
        però alla fine l’idea si è sparpagliata sul foglio. ho perso i contorni. sono riuscita a perdere un po’ l’idea iniziale. volevo conservare solo il pensiero scatenante: Agnese mi ha chiesto di disegnare un fuoco fatuo. lo ha chiesto a me, davvero. posso rispondere alla sua richiesta. posso fare tutto il possibile. rischiando che il risultato non piaccia.
        forse ci sono riuscita. a non perdere del tutto di vista il motivo per cui ho iniziato quella serie di macchie.
        e basta. grazie cazzo.

        (mi dispiace mi è uscito così. non correggo nulla, quindi chiedimi la traduzione in italiano che quando torno a casa prendo il dizionario e mi metto all’opera)

  • comearia ha detto:

    Reblogged this on Come aria. and commented:
    Fatalità e fatualità di un fuoco.

  • pani ha detto:

    sembra il diavoletto che sta sulla spalla di uno della banda Bassotti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Fatualità. su Faul sein ist Wunderschön.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: