Darko. uotels.

2 luglio 2012 § 29 commenti

Mi è stato domandato. ordunque rispondo.

Here’s Darko.

figlio di una border collie e un qualche cane nordico, similsamoiedo probably.  senza ponderare sugli eventuali intreccimescolamenti dei suoi genitori.

Darko è venuto a vivere con noi quando era un piccolo cucciolo nerissimo e piagnucoloso. avendo un giardino lui stava quasi tutto il giorno lì. quando nessuno stava in giardino con lui cominciava a piagnucolare per poi consolarsi col giochino di gomma dai colori sgargianti e la forma indecifrabile che avevamo comprato per lui. il procedere del suono era questo: mhhhhhhmhhhhhcaincaincaincainnn GNNNIKU GNIIIIKU GNNIKU squetchgnikugniku e così via.

quando era un po’ più grandicello marroncino e lanugginoso, nel pieno del cambiamento del pelo, ci vedeva uscire per andare a scuola. uggiolava molto. cominciava con i suddetti acuti mhhhhhhhhhmhhhhhhmhhhhhhhhhh che si trasformavano in una sorta di mammahmmmauhmmaummaum.

è un cane polifonico.

ora, per motivi che riassumerò semplicemente così: mia madre, che decise di prendere il cane, decise pure che doveva stare in casa più tempo (vicini rompipalle? Darko cancheabbaiamolto? boh.). Darko quindi sta sempre in soggiorno, sul suo tappetino vicino al muro tra tv e termosifone d’inverno, spalmato e annaspante con il muso sotto le poltrone, ben lontane dal muro dove batte il sole, d’estate. che periodo complesso. in ogni caso lui sembra apprezzare molto il fatto di poter stare nel fulcro familiare del bordello. un cane di casa.

(a proposito di bordello. questa palazzina nei primi del ‘900 era proprio un bordello. una casa chiusa. giggle. dopo il verificarsi degli avvenimenti storici fu tramutata in albergo e poi in condominio.)

queste foto sono abbastanza datate. ora Darko ha 7 anni. è sempre molto vivace e instancabile.

la foto sopra l’abbiamo pure utilizzata due anni fa, quando è scappato: dopo parecchi anni siamo riusciti ad organizzare una vacanza in Trentino (come ai vecchi tempi…) e i miei genitori hanno deciso di affidarlo ad una persona che si occupava di tenere in casa i cani di famiglieinvacanza. per brevitate: scappò quasi subito. la casa era discretamente lontana da dove abitiamo e i miei genitori hanno fatto la spola in macchina per cercarlo. ci è voluto un mesetto. nel frattempo lui si stava riavvicinando, era quasi arrivato al liceo che frequentavamo io e mia sorella e da lì probabilmente sarebbe riuscito a tornare a casa. lo hanno trovato a metà strada. o meglio, lui ha trovato mio padre. -ride-

non la smetteva più di ululare (Darko, non mio padre, non in quell’occasione almeno.). anche a casa, se non eravamo tutti e 5 lì, continuava ad ululare.

è uno spettacolo spaventoso ed affascinante da cui è impossibile distogliersi. continuavo a pensare: lupo.

il veterinario che lo ha visitato disse che l’ululato e la gamma di suoni davvero vasti che Darko produce sono tipici dei cani nordici, tra i più legati ai lupi.

è un cane che si esprime tramite suoni in maniera non fraintendibile. 

ha il muso “cattivo”: le macchie disegnano un’espressione aggressiva e accigliata che ha la funzione potenziale di spaventare altri animali . come si può sospettare invece, è un cane molto buono. un po’ rompicoglioni ed esagitato quando ci sono sconosciuti (non è abituato ad avere a che fare con altre persone per cui impazzisce, nei rari casi in cui qualcuno entri in casa, e comincia a mordicchiaregiocherellaresaltellare a chiedere attenzioni. con chi gli sta simpatico insomma. altrimenti non è proprio un belvedere, nonostante sia un cane piuttosto misurato e paziente.)

è una cane anomalo. era troppo piccolo quando i proprietari ce lo hanno dato (erano molti cuccioli e si aveva una certa fretta trovare qualcuno che se ne potesse occupare) per cui non ha avuto il tempo di apprendere le basi. sembra gli manchi la conoscenza delle buone maniere. dei segnali più semplici. non recepisce bene che quando un cane gli manda un ringhio sommesso di avvertimento vuol dire che non deve avvicinarsi. è capitato che continuasse a trotterellargli incontro tutto curioso e scodinzolante.

Darko ha paura degli oggetti che rotolano verso di lui (dell’aspirapolvere pure. ma ditemi un cane che non.). per cui se gli si lancia una palla o se vede palline rimbalzanti. scappa. è tonto e paraculo alla stesso tempo, in una maniera che ricorda i bambini piccoli quando non hanno paura di qualcosa o quando sanno di aver fatto qualcosa di sbagliato e temono di essere scoperti.

queste due foto sono un perfetto esempio di bottadeculo combinata. ovvero: io che faccio bene una foto ad occhi semichiusi causa sole e Darko che sta fermoimmobile in posa. non si sono più verificate circostanze simili! rimangono quindi le uniche due foto. ho tentato di farne altre, ad esmpio quando ha nevicato  -nostalgia- , ma lui schizzava da tutte le parte come un flipper e non c’era verso di ottenere qualcosa di meglio di una sfocata macchia neropelosa.

questo stupidostupido cane. ora quando immagino questa casa non posso che immaginare anche lui. stupido cane.

bien, mò gli vado a fare i grattini.

(aggiornamento albicoccheee)

Annunci

Tag:, , , , , , , ,

§ 29 risposte a Darko. uotels.

  • Wish aka Max ha detto:

    “bottadeculo combinata” è un MITO.
    Ed è molto bella questa descrizione, molto intensa sul piano emotivo. Si vede che gli vuoi bene. Tanto.

  • Le Serenitudini ha detto:

    ci passo spesso dalle tue parti a sbiriciare e questa su Darko, allieta una giornata uggiosa di Lugli in Uk 🙂 buona giornata

  • pani ha detto:

    uh! io avevo uno stupida cane femmina che saltava come un canguro. Quando sentiva la parola ” VIA” si sparava verso l’entrata, dove c’era in guinzaglio in un cassetto. E saltava, saltava come una pulce o un marsupiale australiano. Perché lei capiva: “lilli, andiamo via”. qualche volta era così ma spesso io dicevo: “nonna, vado via” – “devi andare in via Pisano”- “prendi la via parallela” …insomma, ho dovuto modificare il mio linguaggio per evitare problemi agli arti inferiori della cagnetta

    • che precisione!!! una cane marsupiale e pulce in uno. wazzainterestingthing. Darko non ha un orecchio tanto fine. credo non sia nemmeno ben consapevole che darko sia il suono riferito a lui. ci si può comunicare a tono. a inflessione come dire

      • pani ha detto:

        il cane di mia moglie, un collie, era prodigioso. Camminava al tuo fianco sul marciapiede. Gli dicevi: “ferma” e lui si fermava. Gli dicevi: “attraversa” e lui attraversava la strada. DIcevi salta e lui saltava…la mia invece…quando le mettevo il guinzaglio cominciava tirare come un autotreno, aprivo la porta e con le zampe posteriori faceva entrare lo zerbino. E poi tirava, tirava fino a strangolarsi. Per i primi dieci, quindici minuti era così. Però, non essendo un dalmata, non mi faceva volare. Avevo la mano ferma io. Eppure continuava a tirare:
        “asgghhh asghhhh” faceva.
        Infine si calmava. Dopo mezz’ora, un’ora la riportavo a casa. Qualche volta ho fatto delle prove: dicevo Via appena entrati e lei cominciava a saltare.
        Non saltava solo se l’uscita era stata lunghissssimissima e massacrante

      • l’educazione di darko è un bel punto di aggrovigliamento. ho poca voce in capitolo. dal momento che mia madre si è fatta discretamente male al gomito per portarlo in giro io non posso nemmeno azzardarmi perché mi tirerebbe come minimo sotto una macchina. dicelei. e non vuole sentire molte ragioni. immagino una passeggiata con un cane così ineccepibile. non mi sembrerebbe vero. la tendenza semisuicida appartiene anche a darko infatti. quando passeggiavo insieme a mia madre che lo teneva al guinzaglio rantolava e si sfiatava. tragicomico.
        mi piacciono questo tipo di esperimenti. ora che sta facendo così caldo lo stupidocane vorrebbe uscire per giocare e buttarsi fra le foglie ma da solo non osa, gli serve l’incoraggiamento. potrei passare le mezz’ore a stare sulla porta e dirgli di entrare e di uscire e senza che lui riesca a trovare pace

      • pani ha detto:

        la mia gatta invece continua ad entrare ed uscire: entra dalla finestra, come fanno i ladri, dice meooww, guarda il piatto ricolmo di ciccia e croccantini, si volta dall’altra parte e pretende di uscire dalla porta di servizio. Dopo dieci minuti fa il contrario. Grr…

      • potrei davvero divertirmi con un gatto. mi sono venuti in mente dei fumettipoivideo (o viceversa? non ricordo). simon’s cat chiamasi. e penso che colgano davvero nel segno
        chissà per quale motivo poi decide che la porta di servizio dopo dieci minuti non sia più degna..

      • un nano da giardino! ci scapoccia contro un nano da giardino!

  • pani ha detto:

    🙂
    oddio, adesso passerò la notte a guardarli tutti

  • pani ha detto:

    sì, pare proprio un gatto vero. Ti viene da dire: fa proprio così! E’ il mio gatto!
    Oddio, la mia gatta non è normale, non so se sarebbe capace di disegnarla 🙂

    • è come dire che i gatti sono tutti gatti. però ogni gatto ha un suo carattere ed è palesemente diverso. questa dicotomia è vincente, è un gatto simbolico X)
      si è calmata la gattanomala? o fa ancora avantiendré?

  • pani ha detto:

    ora che sto per chiudere si farà viva di nuovo. Nel frattempo ho avuto altre gatte da pelare, tipo un virus che il figliolo ha fatto penetrare sul mio piccino. Giornataccia, perfino una ruota bucata…memo male che è arrivato il gatto di simone.

    • o_o giornataccia conlaggìmaiuscola. anche una sola gatta da pelare dà il suo bel daffare, specie a quando si sta per chiudere, obviusly. il gattodisimone è meglio tenerselo a portata di mano va, che aiuta

  • pani ha detto:

    già…con la ruota bucata mi è andata bene, con i piccino un po’ meno. Dovrò smanettarci domani, sgrunt. Meglio andare a nanna, va.

    • meglio meglio. per fortuna non mi hanno mai ripetuto che la notte porta consiglio ma l’ho letto riletto e riletto nelle favole. altrimenti penso che avrei odiato molto la dicitura. e per domani devo essermi chiarificata un po’ il cervello. like butter.

  • Iaia ha detto:

    ti giuro amore eterno ogni volta. E abottadeculo mi sono data una pacca sulla spalla emesodetta:
    chebottadeculopureperteiaia.

    Avere incontrato questa meraviglia Ombrellosa ❤

    E Darko. E' fidanzato chiaramente con Koi da adesso.
    Un lupo e un alieno(poitedicoma. Koi è la capadeglialieni)

    (e Darko nonmelaraccontagiusta)

    • kuroko ha detto:

      vado a riferirgli del fidanzamento combinato.
      (ma quanto è bello? li obblighiamo a sposarsi, quindiciservelalupara, e loro comanderanno schiere di alieni fianco a fianco, mugolando infinite variazioni sonore irriconoscibili per orecchie canine. e anche umane.)

      è una bottadeculo continua con te. (e non suona troppo bene ma stavo scrivendo bottadecula quindi ora rido e non ho più il controllo di quello che scrivo.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Darko. uotels. su Faul sein ist Wunderschön.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: