Ziele der Woche. tentando di recuperare ombromini fileseppelliti.

27 giugno 2012 § 10 commenti

Strano che non sia ancora rovinata al suolo.

ma prima analizziamo:

1. le albicocche sono state comprate e in parte mangiate. (le sto difendendo strenuamente dagli attacchi notturni. by my father specially.)

2. piumone tolto. nodo gordiano della giornata.

3. la lista di bento&co l’ho fatta in tempo record. ovviamente prima che riuscirò a comprare ce que je voudrais..non voglio pensarci. sono già esauriti un paio di articoli dal catalogo

T-T

dunque. il piumone tolto. non so per quale motivo il mio cervello ha deciso che oggi avrei tolto il piumone e riordinato la mia metà di stanza. premettiamo: divido la stanza con mia sorella minore. ciò vuol dire che sono relegata in un angolo del tavolo da pranzo, con annesso angolo di fianco alla credenza dove ammonticchio le cose che utilizzo più spesso. in camera dormo insomma. e tengo il resto delle cose che non posso tenere vicino alla credenza.

dunque, il punto è che. non riordinavo dal lontano millennovecentooo..non me ricordo davvero da quando. però l’ultima volta risalirà almeno al duemilacinque a dire tanto. spero. per riordinare intendo turbinio generale, chili di roba nella busta dell’immondizia, fumetti libri fogli cambiati di scaffale. e non descriverò mummie reperti archeologici e ossa di dinosauro abilmente recuperate durante quest’inspiegabile possessione da sacro furore. o istinto suicida. non riesco a catalogarlo..tornando a boh. da un certo periodo ho formalizzato il pensiero sempre sottinteso: non ho una stanza considerabile mia. (che melodrammatica). quella stanza ha per me una funzione di brandamagazzino. non passo mai il mio tempo lì dentro, non c’è spazio. sarò anche stronza ma per camera mia intendo una camera solo mia, dove ci dormo scrivo leggo disegno studio gioco solo io. cum clave. la casa ha le sue dimensioni per cui così è. mi accontento del mio pezzoditavolo – angolocredenza (da qui sento tutto e vedo tutto. anche chi entraesce. e poi sto a due passi da frigofornelli.) e sto esagerando con questo appiccicume di parole.

sono quasi più sconvolta dell’iniziativa che misterthebrain ha preso a mia insaputa che dal caldo. saranno quasi 10 ore che sto con le mani in pasta. ho sistemato come dico io la metà della mia metà di stanza. ho mangiato una banana e bevuto un tè. freddato. che caldo. e non ho fame. (diciamolo che ieri j’suis allée a mangiare al mare for il fine anno della scuola di shiatsuchenonsifasoloshiatsu. e io che sono furba mi faccio 3 cene di fine anno. a parte questo. mi sono sfondata per sfondarmi. con una buona componente di gioia e senso di colpa. mi ci voleva però.)

vabbè, ho allungato trop le brod.

prossimi ziele:

– iniziare a tradurre quel librollì.

– finire l’operescion rummmeikover (sembra una cosa alcolica..).

– seccare le albicocche e/o tonicare la lavanda. so quello che dico.

well. l’aria comincia a rinfrescarsi e ciò mi aggrada molto.

e sono a metà dei Langolieri e non riesco a leggerli perché la notte ho un’estremo desiderio di leggere ma non voglio fare tardi e il giorno sudo e non capisco un emerito. sono tentata di stampare le restanti pagine, così me le leggo per strada.

—— qualche ora dopo.

nel frattempo tornai a casa dopo essere stata a cena fuori coi miei. dolce notte. sono già le 3 e non voglio andare a dormire.

Annunci

§ 10 risposte a Ziele der Woche. tentando di recuperare ombromini fileseppelliti.

  • Wish aka Max ha detto:

    Eheheheheh con sk vado sempre sul sicuro, il proselitismo è garantito!
    Io sono un disordinato endemico, maniacalmente ordinto nel suo disordine. Non sembra ma ha un senso. Sulla scrivania in ufficio ci sono vari mucchi, e io SO che una tal cosa è nel primo mucchio, un’altra nel terzo e via così. Questo sulle cose mie. Sulle cose comuni tendo a metterle al loro posto, o a rimetterle in quello che dovrebbe essere il loro posto ma non lo è perché spostate dalla moglie che dinamicamente cambia posto a tutttotuttotutto mandandomi al manicomio… E vdo soggetto a raptus di follia dove parto come un turbine a mettere tutto a posto, ottenendo il risultato di avere una zona linda e pinta ma di on trovare più nulla…

    • XDDDDDD succede analogamente con mio padre. si arma per riordina cose altrui che successivamente spariscono (e questo provoca qualche diverbio). anch’io mi affido totalmente sull’organizzazione dello spazio a mucchi (cosa che non viene recepita dati i raptus paterni) però mi rendo conto di esagerare a volte. ehm. ciò non toglie che so perfettamente quanto devo scavare per raggiungere l’oggetto di cui necessito. però dovevo tutelare i miei fumetti u_u

    • yliharma ha detto:

      anche io dicevo come te che stavo benissimo nel mio disordine e che ci trovavo tutto (quasi sempre)…poi però ho “scoperto” il minimalismo e iniziato ad eliminare l’inutile evitando di riaccumulare tonnellate di roba…e sto meglio, “respiro” meglio 🙂
      quindi da conservatrice di ogni cosa e disordinata impenitente in via di guarigione ti dico: ce la puoi farcela (se hai voglia di provare…) 😀

      • penso di potercela farcela. mi piacerebbe tenerci di più, come dire. però quello spazio ho, quello devo cercare di sfruttare al meglio ^-^

      • Wish aka Max ha detto:

        Io conservo delle cose assolutamente inutili, e al tempo stesso prive di qualunque valore materiale. Ad esempio ho tutti gli skipass del periodo tra i 15 e i 25 anni, oppure tutti i CD di installazione del Mac, o i tappi per le orecchie di quando andavo al poligono. Cose così, inutile paccottiglia… 😉

      • mi sto facendo forza è ho buttato alcune cose. mia madre e mia sorella mi battono ma anch’io ho una tendenza all’accumulo. ad esempio stavo accingendomi a lavare due pezzi di schermo di tv che trovai per terra. sono così belli e sfaccettati. e ben affilati. però non è ancora arrivato il momento di buttarli -si contorce-

      • intendo dire: non mi servono proprio a nulla e nemmeno sono legati ad un ricordo particolare. e ora posso contorcermi.

      • yliharma ha detto:

        e secondo te io no??? uno degli esempi più ridicoli?conservavo tutti i biglietti usati della metro di Parigi…ben 6 viaggi… O_o
        è un atteggiamento mentale, un restare attaccati al passato, un’idea (falsata) che i ricordi siano nelle cose e che senza l’oggetto il ricordo svanisca: gli skipass sono importanti per te perché ti ricordano di quando eri un “pischello” e ti buttavi a rotta di collo dalle piste nere senza paura. se adesso non lo fai non è perché sei “vecchio” e non te lo puoi permettere: è perché sei saggio e sai che è pericoloso 😀
        allo stesso modo i miei viaggi a Parigi non torneranno indietro: l’unico modo è tornare io in quella città magica che adoro, fregandomene se dovrò andare da sola, inutile che aspetto di poterla condividere con qualcuno, inutile crogiolarsi nel ricordo. buttati tutti, nella differenziata ovviamente 😉

      • proprio un atteggiamento mentale, vero. ci sono ancora diverse cose che decido di non buttare ma già ho tolto di mezzo oggetti e mi stupisco anche di averlo fatto tranquillamente. l’anno scorso non mi sarei azzardata.
        mi hai fatto venire in mente che da qualche parte devo avere un mazzetto di biglietti della metro di Berlino..sono facilissimi da accumulare i biglietti. tra cinema autobus metro aerei treni. ho mucchietti di biglietti infilati un po’ dovunque. pulire pulireeee

      • yliharma ha detto:

        eh sì…ne avevo una busta piena….pulireeeeeee! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Ziele der Woche. tentando di recuperare ombromini fileseppelliti. su Faul sein ist Wunderschön.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: