Ziele der Woche. auch.

6 giugno 2012 § 12 commenti

Assenza giustificata.

bec0s in itchalian uisei undito. duediti. and soon.

(e qualcuno mi spieghi perché sto aspettando da due gironi che vimeo mi carichi quei due dannati video.)

per farla breve, ho tentato di chiudermi la porta blindata sulla mano destra. riuscendo a beccare solo il dito medio (indipercui l’ombromino di cui sopra è stato ottenuto da una penna appena trattenuta da un indice e un pollice leggermente tremolanti.) che insomma, devo anche stare attenta alla disinvoltura con cui mostro il dito ferito onde evitare l’altrui risentimento. l’indice e l’anulare non ho capito se hanno partecipato alla collisione porta-dito o hanno decido di prendere parzialmente parte alla suffrance del medio per solidarietà.

non che l’abbia fatto apposta. capitan ovvio. è uno di quei casi in cui ci si abitua a fare lo stesso movimento per anni e nel chiudere la porta si dà una piccola spinta mentre si attraversa l’uscio, afferrando la maniglia con la mano designata che resta indietro rispetto al corpo già a metà del passo. ho fallito il bersaglio, evitando totalmente la maniglia.

e da una parte sono sollevata. prima di vedermi proposta l’assunzione massiccia di qualche psicofarmaco on explique:  dopo un paio di giorni in cui si comincia a scendere senza comprendere il perché. perché la ricaduta nei tranelli soliti, perché l’ansia e l’ossessione, proprio quando determinate cose stanno prendendo forma e tutto intorno funziona. allora ti sfracasssi un dito nella porta. il primo pensiero di una persona normale sarebbe: “CA************************************(and soon) pure questa ce voleva!!!! proprio in questo momento storico, proprio qui, proprio a me che balblablaepporcoquaporcollà”. magari in aggiunta al fatto che, in seguito alla botta, pensi di saltare la lezione di shiatsu ma tua madre (che ha lestamente chiamato per avvisare che avremmo tardato) ritorna da te e dal tuo dito pulsante sotto l’acqua gelata a dirti che la verifica di fine anno l’hanno spo(ooooooo)stata a oggi invece che a domenica.

tra il dolorechedolore e il fastidio di essermi fatta male in modo tanto idiota (totale distrazione e mancanza di attenzione nei miei movimenti, cosa che cerco sempre di controllare e migliorare) e il sentirmi sovraccarica si è fatto strada il sospiro di sollievo. significante: ecco, adesso mi sono fatta davvero male, non gravemente ma fa male. ora non posso fare altro che controllare eventuali cambiamenti del dito, ci starò attenta e guarirà p(ppppppppppp!!! schiacciare i tasti del pc è impossibile ma è la seconda volta che mi viene spontaneo dannazone!!!!)resto, per l’appunto. non avrò nemmeno tempo di ripensare alle cazzate che mi ossessionano perché il dolore già me le ha fatte dimenticare quasi tutte. adesso andrà solo meglio.

e pure la verifica. in quel caso l’essermi fatta male proprio in quel giorno è stato un deterrente per qualsivoglia forma di tensione (in genere non soffro di ansie pre esaminazioni e proprio per questo una minima nota di nervosismo mi è insopportabile, direi per principio) ho fatto ciò che faccio di solito, prestando un minimo di attenzione in più, specie al respiro. tremando sicuramente di più. però  il dolore non mi ha p(ppppppppp)ortato errori. aggiuntivi ai miliardi che faccio dipermé, s’intende.

dopo l’interminabile premessa. che volevo pure inserì altre immagini del taccuitaccuinono. sob.

ricapitolando very sintetically:

1. il riso l’ho sperimentato e ci ho fatto pure il post per Elena e tutto quanto e quanto sono soddisfatta *________* ora avrò costante bisogno di quel riso

2. eheheh. tentativo di riordinare il desktop miseramente fallito. ho a malapena iniziato. ma le ricetta ve bien per ora.

3. biglietti quasi ok, devo andà in tipografia. me devo sbrigà.

4. cenare. puff. fuori questione nella maggior parte dei casi. (anche se ieri e oggisera ce l’ho fatta)

5. disegnacquerelli vagamente rimpolpati e sp(è la p. è la p. premo sempre la p col medio. A-U-H-H-H)ero bastino for the “mostra” perché al momento ho qualche difficoltà di moviment(pure la ooooooooooooooooooo)o.

eddunque ricolleghiamomi alla svelta:

– biglietti. tipografia. zettai.

– pensare alla sistemazione per la “mostra” (quanti flyingsheets??? cornici? scotch? puntine? sputo? comedove li appendo?)

– mettere un widget con gli ziele. che li scrivo per non dimenticare ciò che vorrei fare. e me li dimentico se non ce li ho a portata di mano. (-rivolgendosi a kuroko- te pesa la mano a cercare la mano ad andare semplicemente al post eh?)

– umami. kuroko tu sai cosa intendo. (la finiamo de parlà da sole sì o no?)

– è finito il tè verde. necessito di una ricognizione. ce la potemio fà???

passo e chiudo.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , ,

§ 12 risposte a Ziele der Woche. auch.

  • Wish aka Max ha detto:

    Uffffffff. E però. Pensa positivo. Ci deve essere del buono da qualche parte in questa situazione. Forse ti serviva una pausa? Chissà. E comunque tanti auguri. 🙂

    • thenkyu. sono tutt’altro che abbattuta. anzi se ci ripenso mi viene da ridere. un po’ istericamente ancora ma mi sento così freeeeeeee. c’è sempre di peggio ed è tutto un sali scendi. ma la botta mi ha fatto tornare coi piedi per terra (che il problema è proprio perdersi in divagazioni mentali inutili foriere di pippe mentali). ogni tanto perdo la dimensione. il senso de sta cazzo de realtà che solo a scriverlo rido. un buon dolore, che mi sono procurata perché sono un po’ cretina, mi arpiona al corpo perché sento il dito che batte e il cervello non può andarsene per la tangente sbagliata invece di risolvere dettagli pratici insignificanti. che poi chissà perché mi incarto sempre prima in piccole azioni che dovrebbero essere naturali e da lì scaturisce la dispersione mentale. che ti toglie la forza di fare altre cose e viacolvento. mi serviva la botta proprio, mica la pausa. ne sto a fà troppa de pausa X)

      • yliharma ha detto:

        oh ma è proprio un bel modo di reagire sai?? questa me la segno 🙂
        che poi ne avrò bisogno dato che sono specialista in acciaccamenti di dita nelle porte, sbattimenti di membra varie contro spigoli vari, ecc ecc… XD

      • probabilmente se mi capitasse più spesso avrei una reazione decisamente diversa u_u l’ultima volta mi sa che è successo quando avevo 10 anni e mamma mi ha chiuso il dito nella portiera della macchina..che bei ricordi

  • pani ha detto:

    pure a me fa male un dito eppure non l’ho sbattuto nella porta. Ma che mostra è che fai?

    • mhhhh potrebbe essere un segno. che dito è? ogni dito corrisponde a un organo, senza scendere troppo in dettagli.
      little monstra di acquerelli che ho fatto ultimamente. devo fare un cartellone e decidere come mettere le scartoffie ai muri. e mi ci sto pure impallando in una cretinata simile. sono poco pratica.

      • pani ha detto:

        dito medio destro, ultima falange.
        Uh! Una mostra. Aspettiamo reportage.

      • ah, precisamente quello, je n’avais compris. fegato se non mi sbaglio. vabbè è primavera. é praticamente impossibile non stancarsi il fegato già durante il resto dell’anno, la primavera gli da il colpo di grazia. che palle.
        i’ll try, i’ll try. speriamo che la videocamera regga.

      • pani ha detto:

        e l’audio di camminavamo? L’hai infarcito di disegni?

      • veramente avevo messo il tuo disegno, puro e semplice per tutta la durata della registrazione. ma a quanto pare vimeo mi è avverso. sto provando a ricaricarlo ma nada per ora.

  • pani ha detto:

    e provare su youtube?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Ziele der Woche. auch. su Faul sein ist Wunderschön.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: